Categoria: marketing

5 consigli di web marketing per il tuo ristorante/hotel

Da qualche anno a questa parte anche il settore alberghiero e della ristorazione ha dovuto fare i conti con l’utilizzo dei social network e degli utenti online. Se un tempo…

Da qualche anno a questa parte anche il settore alberghiero e della ristorazione ha dovuto fare i conti con l’utilizzo dei social network e degli utenti online.

Se un tempo buona cucina, servizio cortese e il passaparola potevano bastare per distinguersi, ora non è più sufficiente.

Sono cambiate sono le abitudini delle persone, che si informano e condividono l’esperienza online in modo diverso rispetto al passato.

Essere presenti sul web è basilare, ma spesso si commettono errori che possono compromettere la reputazione di un’attività.

Aroundhotel vi da 5 preziosi consigli per una strategia di web marketing di successo.

 

5 consigli su come muoversi nel complesso mondo di internet e dei social media.

1 – Uniformità online. Essere presenti su più canali è importante. Quello che conta davvero è presentare la propria attività in modo uniforme su tutti i portali e i social network.

Sembra banale, ma controlla che ogni tuo account abbia gli stessi identici dati ovunque, a partire dal nome dell’attività. Anche le immagini dei vari profili vanno uniformate e generalmente devono rappresentare il proprio logo.

Queste piccole ma fondamentali accuratezze hanno la funzione di non confondere gli utenti, che cercano informazioni su più canali prima di prenotare il posto in un ristorante o la camera di un albergo.

2 – Rispondi alle recensioni. Il web ha dato grande risonanza al vecchio passaparola permettendo alle persone di condividere con tutti le proprie esperienze ed è proprio sui portali di recensione, TripAdvisor primo su tutti, che gli utenti si informano prima di compiere qualsiasi azione.

Rispondere alle recensioni con tono professionale e mai sgarbato può davvero fare la differenza, dimostrando attenzione al cliente e consentendo anche di chiarire eventuali dubbi a seguito di recensioni negative.

3 – Rivendica la tua scheda Google My Business. Avrai certamente notato che digitando il nome di un’attività su Google, nella parte destra della pagina dei risultati compare un riquadro con immagini, informazioni e indicazioni stradali di tale struttura. Si tratta della scheda che Google crea in automatico quando riconosce che ad un determinato indirizzo esiste un’attività. Le informazioni reperite da Google, però, potrebbero essere inesatte o non aggiornate. Rivendicando la scheda avrai la possibilità di gestire le informazioni e rispondere alle recensioni.

Ah, dimenticavo, la scheda di Google è completamente gratuita, perché non approfittarne?

4 – Aggiorna i profili dei social network con contenuti di qualità. Creare una pagina Facebook o un profilo Instagram e non mantenere aggiornati costantemente questi account può minare la reputazione della tua attività, un po’ come tenere aperto il ristorante, ma con la saracinesca mezza abbassata.

Similmente al discorso delle recensioni, una pagina spoglia e con contenuti di scarsa qualità tenderà ad allontanare un probabile cliente e avvicinarlo verso ai competitor che offrono ad esso maggiori informazioni. Detto ciò, non è indispensabile essere presenti su ogni possibile social network presente in rete, l’importante è seguire bene i canali più frequentati e amati dalla propria clientela.

5 – Investi in advertising. Consapevolmente. Se hai profili appena creati o vuoi aumentare la visibilità del tuo brand investi del budget in piattaforme di advertising.

Analizza attentamente il processo di acquisto dei tuoi clienti e scegli il canale giusto.

Facebook e Google, i due player più importanti della pubblicità online, possono essere decisamente efficaci se utilizzati nella maniera giusta.

Se ti interessa, ho scritto un articolo sul perchè le tue pubblicità su facebook potrebbero non funzionare, lo trovi qui.

Non fare l’errore di scegliere la piattaforma in base a ciò che hai sentito dire da colleghi e amici. Oppure sul blog di marketers famosi che propongono formule per promuoversi sul web.

Ogni attività ha una sua clientela con caratteristiche e interessi diversi, da studiare prima di attuare una strategia di (web)marketing.

Questi semplici consigli potrebbero anche sembrarti banali, ma sono ancora tante le attività che non li mettono in pratica. E’ necessario investire tempo o rivolgersi a qualcuno per gestire correttamente la propria presenza online e non fare brutte figure. E’ arrivato il momento di alzare la tua saracinesca virtuale!

Se ti servono altri consigli oppure cerchi qualcuno che gestisca la tua comunicazione online possiamo sentirci via mail scrivendo all’indirizzo info@aroundhotel o direttamente su messenger cliccando su questo link >> m.me/SmartTravel.Communication

Commenti disabilitati su 5 consigli di web marketing per il tuo ristorante/hotel

LE 5 MIGLIORI PASTICCERIE DI MILANO DA PROVARE

Milano si sa, è la capitale italiana del gusto. La città pullula di pasticcerie, storiche e non, consolidando un’arte pasticcera di tutto rispetto. Dai Navigli al centro, noi di Aroundhotel…

Milano si sa, è la capitale italiana del gusto. La città pullula di pasticcerie, storiche e non, consolidando un’arte pasticcera di tutto rispetto.

Dai Navigli al centro, noi di Aroundhotel abbiamo selezionato le nostre preferite, per ottenere un top five golosissima.

Vi raccontiamo le migliori cinque pasticcerie del panorama milanese, ideali per gustare raffinate prelibatezze in città.

LE PASTICCERIE STORICHE – La raffinata arte della pasticceria tramandata di generazione in generazione

CLIVATI  Viale Coni Zugna 57

Riferimento prezioso per i milanesi, la pasticceria Clivati fa sognare grandi e piccini fin dal 1969. Praline, pasticcini mignon e torte dal sapore inconfondibile a pochi passi dai Navigli. La sua carta vincente? La calda e accogliente sala da thè, dove gustare i migliori dolci in compagnia di un delizioso caffè. Impossibile non innamorarsene!

CUCCHI – Corso Genova 1

Fondata nel 1936 da Luigi e dalla moglie Vittorina, la Pasticceria Cucchi è un vero e proprio must della pasticceria meneghina. Un locale storico, dal sapore vintage, luogo di rito per clienti abituali e per i più curiosi. Budini di riso, crostate, veneziane, sacher e brioches artigianali alla crema di mandorle sono i protagonisti della casa. Un incantevole incontro con la Milano passata.

le 5 migliori pasticcerie di Milano

SOMMARIVA – Via Crema 25

La parola d’ordine? Amaretti morbidi. Sono la specialità artigianali di questa storica pasticceria meneghina situata nel cuore di Porta Romana, un’antica ricetta tramandata nel tempo, diventati il souvenir simbolo della Milano d’altri tempi. Praline, pasticcini e leccornie di ogni genere fanno della pasticceria Sommariva un must senza tempo.

LE PASTICCERIE GOLOSE – Gusto e leggerezza: il binomio perfetto per un prodotto unico e vincente

MAROTIN – Via Archimede 59

Un’atmosfera intima e senza uguali, dal sapore di casa. Impossibile resistere alla dolcezza di Marotin, pasticceria vintage dall’atmosfera parigina situata in un delizioso angolo di Milano. Con i suoi tavolini in marmo e le sedie in ferro battuto, Marotin è il punto d’incontro per gli amanti dei dolci artigianali. Una pasticceria che è prima di tutto passione per questa antica arte.

le 5 pasticcerie migliori di Milano

SISSI – piazza Risorgimento 6

La pasticceria Sissi è un piccolo gioiello bohèmien dal sapore dolce, in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. Tavolini in legno, pareti rosa e un bancone colmo di leccornie fanno da sfondo alla casa della brioche per eccellenza: un’esplosione di gusti riempita al momento. Una volta assaggiata, non potrete più farne a meno!

Commenti disabilitati su LE 5 MIGLIORI PASTICCERIE DI MILANO DA PROVARE

SEO: che cos’è e a cosa serve

SEO, acronimo inglese di Search Engine Optimization, comprende le attività di Indicizzazione Ottimizzazione Analisi volte a rinforzare il posizionamento nella SERP, ovvero nella pagina dei risultati dei motori di ricerca….

SEO, acronimo inglese di Search Engine Optimization, comprende le attività di

  • Indicizzazione
  • Ottimizzazione
  • Analisi

volte a rinforzare il posizionamento nella SERP, ovvero nella pagina dei risultati dei motori di ricerca.
Il posizionamento SEO comprende solo i risultati naturali, quindi non a pagamento (detti anche organici).

 

SEO: best practice

Le linee guida da seguire affinchè il testo sia trovabile all’interno dei motori di ricerca sono le seguenti:

  • Inserimento delle parole chiavi in maniera naturale, senza ripeterla troppe volte curando la prominenza, cioè la posizione delle frasi chiave all’interno del testo.
  • Utilizzare termini conversazionali nel testo in modo naturale: ‘’come fare per…’’, dov’è il più vicino..’’ ecc…
  • Usare spesso sinonimi e termini correlati. Google utilizza un potente strumento chiamato semantica.
  • Dividere il testo in argomento piazzando alcuni termini chiave negli hashtag.
  • Ascoltare il target al quale si fa riferimento e rispondere alle sue domande.

All’interno dei motori di ricerca ci sono dei software detti spider o crawler ( il più famoso è Google bot) che eseguono la scansione dei contenuti pubblicati. La scansione è seguita dal processo di indicizzazione che determina la qualità delle pagine e dunque il loro posizionamento nella SERP (Search Engine Results Page).

 

I vantaggi della SEO

La SEO vi aiuta a rendere gli elementi del sito indicizzabili e decifrabili dai motori di ricerca e a posizionarvi meglio all’interno della SERP e questo si traduce in più visite e nell’acquisizione di potenziali clienti.
Una pagina web con un buon posizionamento e con contenuti rilevanti per gli utenti avrà anche più impatto sui social media.
Il rapporto tra SEO e social media è, infatti, bidirezionale. Gli utenti sono più predisposti a mettere mi piace ad una pagina che si trova nelle prime posizioni rispetto ad un sito che non è subito visibile nella prima pagina dei risultati nei motori di ricerca.

Seguire delle buone tecniche SEO migliorerà l’esperienza degli utenti e questo porterà una serie di benefici sia a breve termine che a lungo termine.

Commenti disabilitati su SEO: che cos’è e a cosa serve

London vs Milan  

London vs Milan: thinking about relocating to the “City of the Big Smoke” or to the “Drinkable City”? There are lots of similarities, pros and cons, and many more aspects….

London vs Milan: thinking about relocating to the “City of the Big Smoke” or to the “Drinkable City”?

There are lots of similarities, pros and cons, and many more aspects. However, the final choice is yours.

First, let’s talk about similarities of these two cities.

Milan and London are very similar cities. Due to their part in the long history and common ancestry. Milan stretches within the Lombardy region and was founded several centuries before the Common Era, and London only a few decades into the Common Era, but a combination of geography and educational and financial opportunities made both cities the cultural, industrial and financial hubs of their respective countries.

London with its massive urban area is the second city in the EU, while Milan ranks fifth.

Both Milan and London have their history as a financial and commercial centre dating back to the middle ages. After the Risorgimento (Italian unification) in the late 1800’s, Milan was the industrial lender of the new nation.

The two cities are home to the countries’ main stock exchanges and headquarters for the largest banks. Large national and multinational companies have chosen to locate their headquarters in both Milan and London.

And of course, we should not forget about fashion legacy of these two capitals, one official and one proclaimed.

Both cities are highly notable in the world of fashion and design, Milan is clearly the leader in both categories. The who’s who of international fashion, including Valentino, Gucci, Versace, Prada, Armani and Dolce & Gabbana, are all headquartered in Milan. Milan’s semi-annual Fashion Week is one of the most important events in international fashion.

Elle

London vs Milan: Now it is time of comparison!

Coffee:

Anyone who has ever visited Italy will probably tell you that the coffee is better in the fashion capital of the world. The truth is, London’s coffee isn’t too bad, but you have to know where to find it.

In Italy, it’s possible to have a good quality espresso anywhere in town and be charged no more than €1, while in London it costs at least 70 cents more.

 

Making time for meals and rest:

In Italy, timing is important, and it must always be respected.

People have lunch around 1 p.m. They have diner in the evening. Mornings and afternoons are for work. The night is for fun and rest.

While in London office workers are most likely to grab a sandwich or smoothie on the go, in Italy you take time to have a slow lunch followed by a must “un caffé”

 

Cazzeggio

Italians are masters at killing time, which has a code name – cazzeggio.

In any bar at any time of day, you will find a couple sharing a glass of wine or a quick espresso not really worrying about the expired lunch time or any other duties of the working day.

 

Bureaucracy

Working in Italy can be a nightmare. All because of the famous bureaucracy system which is very, very complicated. This is of course assuming you’re working for an Italian company. Working in an international company will be much better as it will insulate you from some of the bureaucracy and probably encourage a US/UK style of business over an Italian one.

So there you have it, now it’s time to make a choice: whether you want to drink spritz enjoying the view of Duomo or admiring the almighty Big Ben, sitting on the board of the red bus.

London vs Milan: bureaucracy

 

 

 

Commenti disabilitati su London vs Milan  

IL SOCIAL MEDIA ENGAGEMENT: QUANDO I CLIENTI DECIDONO DI SPOSARE IL TUO BUSINESS

La natura dei social media presuppone un confronto tra i diversi utenti. Un’azienda, invece, tenderà a presentare un prodotto e a mostrarne le peculiarità a tutte le persone interessate. In…

La natura dei social media presuppone un confronto tra i diversi utenti. Un’azienda, invece, tenderà a presentare un prodotto e a mostrarne le peculiarità a tutte le persone interessate.

In un mondo sempre più connesso, dove ormai le distanze sono uguali a zero, è di fondamentale importanza per le aziende e per i brand capire come interagire con il proprio pubblico e come mantenere sempre vivo questo rapporto.

Un’azienda che decide di avere una presenza su diversi social media deve anche tenere presente che questi sono anche una cartina rivelatrice della reputazione dell’azienda.

SOCIAL MEDIA ENGAGEMENT: SUPPORTARE I CLIENTI ONLINE PER AUMENTARE LA PROPRIA BRAND AWARENESS

Nel momento in cui un brand decide di rapportarsi con questo nuovo modo di comunicare, deve comprendere che sta cogliendo un’opportunità unica per coinvolgere il proprio target di clienti ideali e costruire con loro una “relazione duratura”. Avere una presenza sui social media significa sfruttare un canale comunicativo sempre aperto, per stringere relazioni con i clienti potenziali.

Nello specifico, l’obiettivo è fare in modo di creare una buona customer experience in modo che i clienti diano fiducia al business, grazie anche alla capacità dell’azienda di problem solving online.

Aiutare i clienti anche attraverso i social rispondendo alle loro domande in caso di specifiche richieste aumenta la brand loyalty ma soprattutto aumenta la possibilità di un acquisto futuro. A questo proposito è di importanza fondamentale avere un team reattivo e presente che lavori al fine di aumentare l’engagement.

La mera presenza online non basta, occorre gestirla:

  • rispecchiando i valori aziendali
  • condividendo con la propria fan base i valori del proprio brand
  • controllando e gestendo la propria reputazione
  • soddisfacendo i propri clienti

Utilizzare i social media significa, quindi, cogliere un’opportunità unica nel suo genere.

Tutto però dipende da come vengono usati e gestiti questi canali di comunicazione per creare interazione e quindi… engagement!

Commenti disabilitati su IL SOCIAL MEDIA ENGAGEMENT: QUANDO I CLIENTI DECIDONO DI SPOSARE IL TUO BUSINESS

L’APERITIVO A MILANO CHE NON TI ASPETTAVI

Dai Navigli a Isola la scelta è ampia, noi di Aroundhotel abbiamo selezionato i migliori locali in cui trascorrere una piacevole serata in compagnia di un ottimo aperitivo. Milano è…

Dai Navigli a Isola la scelta è ampia, noi di Aroundhotel abbiamo selezionato i migliori locali in cui trascorrere una piacevole serata in compagnia di un ottimo aperitivo.

Milano è senza dubbio la capitale dell’aperitivo italiano, e se non avete ancora trovato il locale perfetto…vi diamo una mano noi!

 

L’aperitivo rivoluzionaro di Milano

ITER – Italianità e viaggio sotto forma di cocktail rivoluzionari. 

“From Italy To The World” recita il claim di Iter, un locale che è prima di tutto un viaggio. Si parte da via Fusetti 1 per raccontare l’Italia e le sue reminiscenze entro i confini nazionali e all’estero.
Un locale per viaggiatori, che predilige prodotti italiani selezionati con incursioni di liquori o whiskey esteri che hanno a che fare con il bel paese. Un viaggio di andata e ritorno alla scoperta della mixology planetaria, circondati da mappamondi, cartine geografiche e mongolfiere comodamente seduti sui divanetti colorati o al bancone. Un’atmosfera rilassata, unica nel suo genere, assolutamente da non perdere.

CHAMPAGNE SOCIALIST – La rivoluzione che parte dal vino naturale

La rivoluzione? Parte dal vino, quello naturale però. Lo Champagne Socialist è una piccola enoteca in via Lecco 1, il paradiso per gli amanti del buon vino, che vanta una selezione di oltre 400 etichette che non utilizzano sofisticazioni in cantina e credono nei vini vivi. Potrete assaggiare vini provenienti dalla Francia, dall’Italia, dalla Spagna o dalla Germania, tutti rigorosamente naturali. Ad accompagnare il vostro calice, tonno, sgombro o filetto di spada sott’olio da spizzicare in compagnia. Il luogo ideale per gli amanti del raw wine.

L’aperitivo esotico di Milano

TAPA – Un angolo della Spagna più autentica nel cuore di Milano

Un vero e proprio must per gli amanti delle tapas e della sangria. Tapa è un assaggio della Spagna più autentica nel cuore di Milano, in Via Burlamacchi 7. Tavolini in legno, luci soffuse e accordi di flamenco che risuonano nelle casse. Un locale caldo e accogliente dove gustare delle ottime tapas “para compartir” da accompagnare ad un calice di sangria. Se chiudete gli occhi, vi sembrerà di essere in una cantina madrilena… un luogo perfetto per uscire dagli schemi!

 

SAKETECA GO – il primo Sake Bar di Milano

A due passi da Piazza Tricolore, un atmosfera calda e discreta, in puro stile nipponico, accompagnerà il vostro speciale aperitivo a base di Saké. Saketeca Go in Viale Piave 5, è un piccolo locale dove poter degustare diversi tipi di sake provenienti dal Sol Levante. Ad accompagnare le bevande a base di riso fermentato, troverete una proposta di piatti tipicamente giapponesi, attentamente studiati dallo chef. Se non siete ancora andati, è il momento giusto per farlo.

Atmosfere piacevoli, arredi ricercati e cocktail unici…a voi la scelta!

 

Commenti disabilitati su L’APERITIVO A MILANO CHE NON TI ASPETTAVI

Facebook Local: la nuova applicazione per scoprire luoghi e cose da fare ovunque ci si trovi

Mark Zuckerberg, dopo il flop di Facebook Events, ci riprova lanciando Facebook Local, la nuova applicazione per scoprire attività e cose da fare nelle vicinanze in cui ci si trova. L’applicazione comunica…

Mark Zuckerberg, dopo il flop di Facebook Events, ci riprova lanciando Facebook Local, la nuova applicazione per scoprire attività e cose da fare nelle vicinanze in cui ci si trova.
L’applicazione comunica tutto quello che c’è di organizzato nei dintorni, anche in base agli interessi degli amici.
E’ totalmente gratuita e vi si potrà accedere tramite il proprio profilo Facebook.

Facebook Local nasce con lo scopo di riunire in un’unica interfaccia non solo gli eventi, ma anche le attività di ogni genere come i ristoranti, i bar e i locali. Un modo per conoscere cosa sta accadendo intorno a noi nel più breve tempo possibile. Il layout risponde ad un unico e solo criterio di ricerca: la propria località, attraverso la geolocalizzazione.
Nella homepage si possono trovare le attività, suddivise in categorie:

  • ristoranti
  • caffè
  • bevande
  • attrazioni

Tutte hanno la possibilità di essere filtrate in base alla fascia di prezzo e agli interessi dei propri amici. E’ presente un calendario della giornata, un elenco degli eventi trend, con guide alla musica, allo svago notturno e all’arte.
Ogni attività contiene una scheda che fornisce tutte le informazioni importanti: numero di telefono, indicazioni stradali, recensioni ed orari di apertura.
E per chi si trova in viaggio, Facebook Local, dà la possibilità di cambiare posizione per scoprire cosa sta accadendo nella nuova destinazione.

Facebook Local: una combinazione di applicazioni


Facebook Local si rivolge agli utenti, proponendosi come una combinazione di diverse applicazioni tra cui Yelp, Foursquare e Google Calendar.
Con il suo sistema di recensioni si propone anche come un sostitutivo di TripAdvisor.
Quindi Facebook Local più che una novità, può essere considerato come un aggregatore di diverse esigenze utili per gli utenti e le aziende.
In conclusione può essere definito uno strumento vantaggioso per chi fa business.
Con questa applicazione non vi perderete più nessun evento.

Commenti disabilitati su Facebook Local: la nuova applicazione per scoprire luoghi e cose da fare ovunque ci si trovi

Albacross ti aiuta a trovare nuovi clienti!

Albacross è un innovativo tool per il marketing B2B che permette di tracciare le visite delle aziende al tuo sito web e creare campagne adv rivolte a un target ad…

Albacross è un innovativo tool per il marketing B2B che permette di tracciare le visite delle aziende al tuo sito web e creare campagne adv rivolte a un target ad hoc

Quante volte ti sei chiesto quale sia e da dove provenga il pubblico del tuo sito? Se hai un’azienda che opera nel B2B, ti sarai reso conto che scovare le persone giuste da raggiungere con le tue strategie di marketing sia un compito piuttosto arduo, anche oggi nell’era dei big data.

A rispondere a queste domande ci pensa Albacross: uno strumento di analytics e advertising che mostra da quale azienda provengono i visitatori del tuo sito e consente di fare inserzioni mirate! Non sei curioso di capire funziona? Scopriamolo insieme.

La prima cosa che potresti chiederti su Albacross è: ma quanto costa? Buone notizie, questo tool è free. Paghi solo se decidi di creare campagne sponsorizzate.

Il sistema di monitoraggio consente di avere dati importanti su coloro che visitano il sito e non solo. Una volta installato il codice di monitoraggio (manualmente, tramite plugin WordPress o con Google Tag Manager), Albacross inizierà a tracciare gli utenti offrendo dati sul nome dell’azienda per cui essi lavorano, compreso il fatturato e il numero di dipendenti, nonché tutte le informazioni circa la navigazione, ovvero durata della sessione, pagine visitate, canale di acquisizione.

 

Interessante, vero? Ma non finisce qui. Una volta individuata la nostra buyer persona e in quali aziende lavora, possiamo creare una campagna a pagamento in formato display per raggiungere altri che lavorano nelle aziende selezionate!  La creazione delle inserzioni è semplice, basta inserire il messaggio da trasmettere e caricare i banner nei formati indicati che vogliamo pubblicare.

I prezzi delle campagne sponsorizzate variano in base al numero di aziende che si vogliono raggiungere. Si parte con un budget minimo di 1,10€/giorno per ogni compagnia e si va a scendere col crescere del numero di aziende selezionate. Per 10 compagnie il costo minimo è di 8,80€/giorno, per 50 sono 27,50€/giorno.

Se ti servono consigli su come utilizzare questo e altri tool puoi scriverci a info@aroundhotel.com.

Nessun commento su Albacross ti aiuta a trovare nuovi clienti!

Quattro modi per migliorare la brand reputation della tua attività

Che cos’è la brand reputation? Quanto conta per un’azienda e in che modo si può migliorare? Ecco quattro suggerimenti efficaci   Cos’è la brand reputation. Si tratta del modo in…

Che cos’è la brand reputation? Quanto conta per un’azienda e in che modo si può migliorare? Ecco quattro suggerimenti efficaci

 

Cos’è la brand reputation. Si tratta del modo in cui viene valutato il tuo business sul web, in relazione alla capacità di soddisfare le esigenze dei suoi clienti. Ogni attività che riguarda la comunicazione è volta a migliorare l’immagine del brand al fine di aumentare l’engagement con il pubblico. Ecco alcuni suggerimenti che puoi mettere subito in atto.

Scegliere i propri canali social. Definiti gli obiettivi e il target, bisogna scegliere quali canali possono supportare al meglio la tua attività. Hai una rivista? Twitter è il tuo canale naturale. Fai l’interior designer? Instagram è l’ideale. L’importante è non aprire un profilo dedicato su ogni piattaforma per essere dovunque, indistintamente: stabilisci quello che può fare al caso tuo, al momento gli algoritmi favoriscono la qualità dei contenuti, non la quantità.

Comunicare l’identità. Una volta scelti i mezzi, raccontare i tuoi valori, la tua storia è uno dei modi più importanti per coinvolgere gli utenti. Quali valori fondano il tuo business? Chi sono i componenti del tuo team? Com’è nata la tua azienda? Questi sono solo alcuni degli spunti per il racconto del tuo business, perché non sia solo questo agli occhi di un utente, ma un insieme di persone con una storia e dei valori.

Uno degli strumenti più importanti, a questo scopo, è lo storytelling. Raccontare l’azienda dalla nascita fa la differenza: se racconti ogni fase del tuo progetto, creerai negli utenti la curiosità di sapere tutto, come quando inizi a leggere una storia e vuoi sapere come va a finire.

Rispondere alle recensioni e ai commenti. Quando lanci un messaggio vuoi che arrivi ai tuoi destinatari, così che possano risponderti. E in questo modo anche quando gli utenti lasciano una recensione o un commento, rispondere è la maniera ideale per creare engagement. Che una recensione appaia su Google My Business, su Facebook o su Tripadvisor, va data una risposta. In questo modo:

  • Hai l’occasione di ringraziare e invitare il cliente a tornare;
  • Hai modo di rispondere a una recensione negativa per comunicare le tue ragioni in merito a un episodio spiacevole e, se necessario, di scusarti;
  • Fornire informazioni e chiarimenti.

Interagire. Per far crescere un profilo su qualsiasi social, bisogna interagire. Non basta condividere contenuti, per quanto brillanti essi siano. Condividere link di altre pagine, commentare e dialogare con gli altri può aiutare molto a far sì che gli utenti percepiscano una persona dietro un profilo, non un’immagine indistinta, opaca, che non evoca alcuna emozione.

Che aspetti? Chiediti cosa puoi raccontare ai chi ti segue e comincia a farlo nel modo migliore!

Nessun commento su Quattro modi per migliorare la brand reputation della tua attività

Type on the field below and hit Enter/Return to search